FormulaPI: Piccoli veicoli autonomi crescono, una gara per di robot autonomi equipaggiati con RaspberryPI

Immaginate di poter avere un auto a disposizione con a bordo un computer, di poterci mettere sopra del software per renderla autonoma nella guida, immaginate ora di sentivi soddisfatti del vostro lavoro e che non vediate l’ora di far vedere al mondo quanto siete bravi a istruire la vostra auto nell’evitare gli ostacoli e nel riconoscimento del percorso.

Formula PI è il posto giusto! Ovviamente non parliamo di auto vere ma di modellini in scala equipaggiati comunque di hardware (la piattaforma RaspberryPI) e software che vi permetteranno di apprendere ed implementare le tecniche di guida autonoma. Per poche decine di sterline potrete iscrivervi alla competizione, programmatori da tutto il mondo e di tutte le età invieranno il proprio codice agli organizzatori, ogni concorrente avrà a disposizione un veicolo con le stesse caratteristiche degli altri, la differenza la farà il software.. e che vinca il migliore!

La competizione si divide in diverse classi dove vengono richieste differenti capacità di programmazione ed età, lo scopo è quello di migliorare la qualità dei robot autonomi, un occasione di divertimento per migliorare la propria competenza nella programmazione ed in ambito STEM ( Un acronimo inglese che identifica genericamente le materie tecniche, sta per: Science, Technology, Engineering and Mathematics ). Ci sono diverse gare nel corso dell’anno, oltre alla più importante denominata “Formula Pi – Grand Pi class“, che si svolge due volte l’anno: la stagione estiva dei test comincia ad aprile e termina in luglio, mentre quella invernale si apre ad ottobre per concludersi in gennaio. Le gare di qualificazione e le competizioni vere e proprie vengono trasmesse in streaming in modo che chiunque possa seguirne lo svolgimento.

 

Un breve filmato di presentazione della gara è visibile su youtube:

Fonte: http://www.formulapi.com/

Share This:

2 pensieri riguardo “FormulaPI: Piccoli veicoli autonomi crescono, una gara per di robot autonomi equipaggiati con RaspberryPI

  • 4 Gennaio 2017 in 9:46
    Permalink

    Moooolto interessante, sarebbe da proporre nelle scuole secondarie, un progetto interdisciplinare che poterebbe molti vantaggi agli studenti, da quel che vedo la programmazione è in python quindi accessibile a chiunque mastichi un po di informatica, il costo non dovrebbe essere un grosso ostacolo per l’accesso.

    Risposta
    • 4 Gennaio 2017 in 10:54
      Permalink

      Buongiorno Mario, grazie del tuo intervento 🙂
      In effetti un approccio didattico alla competizione sarebbe il modo migliore per far apprendere agli studenti le varie problematiche inerenti la guida autonoma.
      Per essere precisi non è di solo Python che il progetto si nutre, si può scrivere il codice in qualsiasi linguaggio supportato da RaspberryPI e poi lanciarlo, questo si, attraverso un comando Python.
      Comunque credo sia opportuno divulgare l’esistenza del progetto agli insegnanti che si occupano di queste materie, chissà che qualcuno non se ne appassioni!

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *