Volvo e guida autonoma: parte la sperimentazione in Svezia con una famiglia di quattro persone

Volvo Cars, la casa automobilistica, ha rivelato al salone di Detroit il suo approccio per lo sviluppo dei veicoli autonomi con l’introduzione di una famiglia composta da quattro persone in un suo veicolo di test.

La famiglia Hain, di Gothenburg in Svezia, è stata scelta per partecipare ad un programma di ricerca sulla guida autonoma nella vita reale utilizzando vere macchine, nel traffico di tutti i giorni. “Facciamo le cose in modo diverso a Volvo Cars”, ha sentenziato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Car Group. “Il nostro obiettivo principale è sempre stato focalizzato sulle persone e nel rendere la vita più facile.

La tecnologia dovrebbe migliorare l’esperienza del consumatore rendendo la mobilità più sicura, sostenibile e più conveniente “. Volvo ritiene che nella frenesia di produrre ed introdurre sul mercato le auto completamente autonome, molte case automobilistiche stanno dimenticando l’ingrediente più importante: le persone che le utilizzeranno.

L’approccio unico di Volvo è definire la tecnologia basata sul ruolo del conducente – non viceversa. “L’obiettivo del progetto di ricerca Drive Me è quello di concentrarsi su come migliorare la vita delle persone ed avere un impatto positivo sulla società. Nessun altro a nostra conoscenza sta sviluppando unità autonome da un punto di vista umano-centrico”, ha dichiarato Henrik Verde, Vice Presidente Senior, del settore Ricerca e Sviluppo di Volvo Car Group.

Il progetto Drive Me è un programma di ricerca collaborativa, consiste in diverse partecipazioni pubbliche, private ​​ed accademiche. Il progetto vedrà fino a 100 veicoli autonomi sulle strade intorno a Goteborg, in Svezia, sede di Volvo Cars, guidati da persone reali, nel traffico di tutti i giorni durante il 2017.

Il progetto è impostato per espandersi in altre città in tutto il mondo nel prossimo futuro

“Vogliamo saperne di più su come le persone si sentono quando si impegnano e disimpegnano dalla guida autonoma, come dovrebbe essere il passaggio di consegne e che tipo di attività sono fattibili nel viaggio verso la loro destinazione”, ha aggiunto Henrik Verde.La casa automobilistica svedese, un partner di primo piano nel progetto di ricerca Drive Me, mira ad avere la sua prima vettura completamente autonoma sul mercato entro il 2021.

In un filmato la presentazione della famiglia Hain:

Fonte: https://www.media.volvocars.com/global/en-gb/media/pressreleases/202099/volvo-cars-puts-people-first-in-the-development-of-autonomous-cars

Share This:

2 pensieri riguardo “Volvo e guida autonoma: parte la sperimentazione in Svezia con una famiglia di quattro persone

  • 16 Gennaio 2017 in 9:50
    Permalink

    Si fantastico ma l’auto la guida ancora il tizio svedese…ma di cosa stiamo parlando?

    Risposta
    • 16 Gennaio 2017 in 10:50
      Permalink

      Buongiorno Alessio, da quel che si capisce dal filmato, si tratta di una fase di sperimentazione che verrà implementata attraverso l’uso quotidiano di una vettura di questa famiglia svedese. Non è chiaro se si tratti semplicemente di una raccolta di dati reali, aspetto comunque molto importante con l’introduzione delle reti neurali, anche se, leggendo tra le righe si presuppone che l’auto sarà predisposta per la guida autonoma, visto l’annuncio dell’introduzione di circa 100 veicoli autonomi in questa fase di test.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *