L’atlante della guida autonoma

Le mappe digitali, solitamente, riescono a dare una visione d’insieme dell’impatto sul mondo di alcuni fenomeni, come ad esempio windy.com, dove è possibile vedere l’andamento del meteo sul globo terrestre, oppure flightradar24, che mostra in tempo reale il traffico aereo del pianeta (tranne l’Air Force One naturalmente!).

In questa direzione, la fondazione filantropica Bloomberg, ha lanciato una mappa interattiva che illustra, a colpo d’occhio, la diffusione della guida autonoma nel mondo. Il progetto, lanciato il 23 ottobre 2017, mira a condividere le esperienze delle varie realtà urbane che nel mondo hanno deciso di accogliere questa tecnologia. L’atlante permette ai governi cittadini e non solo di acquisire visibilità sui propri progetti, nonché conoscere lo stato di avanzamento dei vari programmi pilota.  Una rapida occhiata alla mappa evidenzia come attualmente i progetti sono focalizzati in 53 città nel mondo ma la lista è in continua evoluzione, peraltro sul sito è possibile indicare eventuali progetti non ancora mappati con una semplice segnalazione agli autori. Anche questo strumento dimostra come gli sforzi e gli investimenti nello sviluppo di un mondo driverless stiano diventando importanti e planetari.

Fonte: http://avsincities.bloomberg.org

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *