La produttività degli automobilisti e dei passeggeri delle automobili è destinata ad aumentare con l’avvento della guida autonoma?

Il Michigan ormai si sa, è la patria delle innovazioni in ambito automobilistico.

La sua università ha promosso uno studio per capire l’impatto sulla produttività degli occupanti l’auto.

Attualmente, negli Stati Uniti, l’occupante medio di un veicolo leggero spende circa un’ora della propria giornata in tempo di viaggio, tempo che potrebbe essere utilizzato in modo più produttivo. Infatti, uno dei benefici attesi dai veicoli a guida automatica e senza pilota è l’aumento della produttività.
I dati presentati in questo studio indicano che circa il 62% degli americani non pensa che questa tipologia di trasporto automatico delle persone sia in grado di causare un miglioramento della produttività. Il 23% ha dichiarato che non vorrebbe salire su tali veicoli ed il 36% sarebbe così in apprensione che starebbe a guardare la strada. Inoltre, del restante 41%, circa l’8% soffrirebbe di un certo livello di cinetosi (mal d’auto). Particolare attenzione poi andrà rivolta alle posture che gli occupanti dovranno tenere per svolgere delle attività diverse dalla guida e per le quali non sono al momento previste protezioni. Si pensi ad esempio anche agli oggetti che verrebbero utilizzati e a come entrerebbero in gioco nella sicurezza in caso di incidente.
Di conseguenza, l’aumento della produttività auspicato con i veicoli a guida senza pilota si realizzerebbe solo se si avverassero le seguenti clausole:

(1) un aumento della fiducia degli occupanti delle auto a pilota automatico, permettendo loro di essere più interessati a svolgere attività produttive durante il viaggio in tali veicoli;

(2) affrontare il problema intrinseco del “mal di movimento”;

(3) risolvere i problemi di sicurezza degli occupanti relativi ai posti a sedere non tradizionali, posture ed oggetti potenziali proiettili durante gli arresti (o che potenzialmente possono stare tra il
occupanti ed il loro airbag).

Altro fatto importante è che la durata media attuale dei viaggi per i veicoli leggeri è di  solo circa 19 minuti, un tempo di piuttosto breve perché lo si possa impiegare in un’attività produttiva sostenuta o in un sonno tonificante.

Fonte: http://www.umich.edu/~umtriswt/PDF/SWT-2016-11_Abstract_English.pdf

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *